Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Centro per la Protezione Civile
Home page > Cosa facciamo  > Relazioni internazionali e Meccanismo Europeo di Protezione Civile

Relazioni internazionali e Meccanismo Europeo di Protezione Civile

 
Il Centro per la Protezione Civile in quanto centro di competenza del Dipartimento della Protezione Civile, mira, attraverso le attività della Cattedra UNESCO per la Prevenzione e la Gestione Sostenibile del Rischio Idrogeologico, all'attuazione della Sendai Partnership 2015-2025 per la riduzione globale del rischio di disastri da frana.

La Sendai Partnership è promossa dall'United Nations International Office for Disaster Risk Reduction (UNISDR) e dall'International Consortium on Landslides (ICL) ed è stata firmata dal Governo italiano tramite il Dipartimento della Protezione Civile.

In questo quadro le attività del Centro sono volte a sostenere, attraverso attività di ricerca, sviluppo e formazione, il contributo del Dipartimento di Protezione Civile alla Sendai Partnership.
 

Nell’ambito del Consorzio Internazionale sulle Frane (ICL), il Centro si impegna alla realizzazione e al consolidamento del network nazionale delle frane, quale struttura di supporto tecnico-scientifico per il Servizio Nazionale della Protezione Civile.

 
Il Centro contribuisce altresì alle attività del JIC-Nh (Joint International Centre for Natural Hazards), istituito dall'Università di Firenze, dalla Shimane University (Giappone) e dall'Università di Tecnologia di Pechino (Cina).
 

 

Il Meccanismo Europeo di Protezione Civile è volto a rafforzare la cooperazione tra l'Unione, gli Stati membri e le loro regioni, per facilitare il coordinamento nel settore della protezione civile e migliorare la risposta dell'Unione alle catastrofi naturali o provocate dall'uomo.

Le attività svolte dal Centro in quest'ambito sono finalizzate alla costruzione di una rete di conoscenze, tramite il coinvolgimento e lo scambio di informazioni fra centri di eccellenza, università, altri enti esperti, ricercatori e tramite attività congiunte di ricerca, disseminazione, training e networking.

Il fine ultimo è sviluppare metodologie operative e condividere buone pratiche in materia di previsione e prevenzione, allo scopo di supportare valutazioni del rischio in linea con la Sendai Partnership e l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

 
ultimo aggiornamento: 18-Dic-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina