Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Centro per la Protezione Civile

Sistema di allertamento meteo

Il sistema di allertamento nazionale è un servizio di previsione che, avvalendosi delle attività svolte dalla Rete dei Centri funzionali, fornisce livelli di allerta che si riferiscono sia alla probabilità di accadimento di determinati eventi meteorologici che dei loro possibili impatti sul territorio.

Il sistema di allertamento ha la funzione di:

  • segnalare preventivamente la possibilità di verificarsi di eventi meteo potenzialmente pericolosi;
  • attivare presso i soggetti istituzionali e le altre strutture operative la verifica della capacità di intervento in caso di necessità;
  • mettere in atto alcune misure di protezione preventive nei casi in cui queste siano possibili, come previsto nei piani di protezione civile.

 

Le tipologie di rischio, alle quali fa riferimento il sistema di allertamento meteo in Toscana sono legate a: 

  • inondazioni (rischio idraulico),
  • frane e allagamenti causati dai corsi d’acqua minori (rischio idrogeologico),
  • temporali forti,
  • vento forte,
  • neve,
  • ghiaccio,
  • mareggiate.

 

Il sistema si basa sulla diramazione di quattro livelli di allerta, comunicati in associazione a colori specifici in una scala cromatica, condivisa a livello nazionale ed europeo:

  • verde: non sono previsti fenomeni intensi e pericolosi
  • giallo: sono previsti fenomeni intensi, localmente pericolosi o pericolosi per lo svolgimento di attività particolari
  • arancio: sono previsti fenomeni più intensi del normale, pericolosi per cose e persone
  • rosso: sono previsti fenomeni estremi, molto pericolosi, per cose e persone

 

Al fine di considerare l’estrema variabilità morfologica e geomorfologica del territorio, per ottenere una maggiore precisione nella previsione degli eventi, il territorio della Toscana è suddiviso in zone di allerta su ciascuna delle quali viene valutato un livello di allerta per ogni rischio considerato.

 
ultimo aggiornamento: 19-Dic-2018
Unifi Home Page

Inizio pagina